Archivi del mese: aprile 2015

Stoner (su NI)

http://www.nazioneindiana.com/2015/04/28/53326/

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Ulisse numero 18: Poetiche per il XXI secolo (Lieto Colle)

Forse, accanto al Novecento, abbiamo visto avvenire la scomparsa delle Poetiche: a indicazione di un affrancamento dalla “dittatura della teoria”, e a segno di un nuovo empirismo,un pluralismo nel modo delle scritture – altri, in questa “caduta”, leggono il sintomo di un farsi povero del dibattito letterario.
Negli anni, se ne è parlato, diffusamente, come se uno dei fenomeni che ci distanziano dal passato fosse giusto il fatto che il dibattito (le maniere del), entro cui si erano incontrati e divisi individui o gruppi per tutto lo scorso secolo, non avesse più centralità o si fosse definitivamente esaurito.
Connaturato al ―fare come in ogni altro operare umano, negli autori che maturano un‘esperienza letteraria, alcune idee orientano, emergono: sia nella loro visione del mondo e della letteratura, sia nel corpo vivo della scrittura, dai testi che si mettono in opera.
Un iniziale orientamento, in tale senso, pone “Idee di poetica”: con un numero significativo di autori emersi a partire dal Duemila (e con già un itinerario riconosciuto e articolato di scrittura), chiamati ad esporsi in prima persona, e a chiarire propensioni e concetti che trovano vita nel loro lavoro. Quali le motivazioni? Che cosa occorre, e come, per scrivere ora?
Il tema, nel nuovo numero de “L‘Ulisse”, è una attenzione a queste idee di poetica, e vi si affiancano prima “Nuovi critici sul Novecento” – dove alcune personalità, giovani ed emergenti, si confrontano appunto con le “Poetiche del Novecento”, mettendo a luogo di analisi, in prospettiva storica, la questione, con attenzione particolare agli scritti poetologici di autori italiani – e “Poetiche del romanzo” poi – sezione che tenta di mettere a luce in quali termini si possa parlare di poetica anche nel caso dei narratori, che indaga dichiarazioni di poetica (implicite o esplicite) di romanzieri del presente e del passato, italiani o stranieri. Si accolgono nella prima sezione interventi di Mattia Coppo, Giacomo Morbiato, Filippo Grendene, Riccardo Donati, Maria Borio, Raoul Bruni, Filippo Milani, e di Jacopo Grosser; nella seconda sono i saggi di Morena Marsilio e Emanuele Zinato, di Gian Luca Picconi e di Federico Francucci.
Nella parte italiana della sezione “Letture”, abbiamo voluto soffermarci sul lavoro di autori nati dopo il 1980, scegliendo nomi che, in una prima, cauta ricognizione della generazione più giovane, vanno a sommarsi a quelli dei coetanei già apparsi, in ordine sparso, negli scorsi numeri della rivista: sono Mariasole Ariot, Daniele Bellomi, Alessandra Cava, Claudia Crocco, Francesca Fiorletta, Franca Mancinelli, Luciano Mazziotta, Manuel Micaletto, Fabio Orecchini, e Giulia Rusconi. E, segue, “I tradotti”, a consueta chiusura del numero: Thomas James (tradotto da Damiano Abeni), Óskar Árni Óskarsson (tradotto da Silvia Cosimini), Dieter Roth (tradotto da Ulisse Dogà), Thomas Sleigh (tradotto da Luigi Ballerini) e Eva Christine Zeller (tradotta da Daniele Vecchiato).

Editoriale di Stefano Salvi

http://www.lietocolle.com/2015/04/poetiche-per-il-xxi-secolo-lultimo-numero-di-ulisse-e-online-n18-anno-2015/

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Miti Moderni/13: il primo sole (su NI)

luce“Cambiare gli accordi”, è un’esperienza londinese, un viaggio programmato già sul mare, si riscopre la fretta, la villetta che non vedrete più, la passeggiata come sarebbe potuta andare, il parco al freddo è innaturale, la santa maieutica degli amici innocui, ma non riusciranno a convincerti, col mento all’insù.

http://www.nazioneindiana.com/2015/04/20/miti-moderni13-il-primo-sole/

1 Commento

Archiviato in Senza categoria

XII quaderno di poesia italiana contemporanea (su NI)

http://www.nazioneindiana.com/2015/04/09/xii-quaderno-di-poesia-italiana-contemporanea/

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Neo decoubertiani!

Grafemi

xxi secoloGrazie alla perserveranza della Neo Edizioni, la casa editrice che negli anni scorsi ha pubblicato, tra le altre cose, le mie due raccolte di racconti “Antropometria” (2010) e “Il giorno che diventammo umani” (2013), il mio ultimo romanzo “XXI secolo” è stato candidato al Premio Strega 2015. Si tratta di una bella soddisfazione per chi, come noi, cerca di portare avanti una proposta letteraria indipendente, che non punti tanto al consenso a tutti i costi, o a cavalcare mode del momento, quanto alla produzione di buoni libri che abbiano qualcosa da dire.

In questo senso, la candidatura di “XXI secolo” non piove dal cielo come un regalo inaspettato, ma è il frutto di un lavoro che dura da anni – non solo mio e della Neo (gli splenditi Francesco Coscioni e Angelo Biasella), ma anche di tutti gli autori che hanno creato il catalogo di questa piccola casa editrice, e di…

View original post 376 altre parole

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Miti Moderni/12: c’è tempo… (su: NI)

04Il tempo non c’è, non avanza mai, s’è perduto, piano piano, il tempo. 

http://www.nazioneindiana.com/2015/04/02/miti-moderni12-e-tardi/

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria